LA UEFA CONTRO RAZZISMO, DOPING E COMBINE: LE NUOVE NORME


Pubblicato da il 24.5.13

nuove norme uefa razzismo doping combine
Il comitato esecutivo della UEFA ha approvato delle nuove norme: inasprimento delle pene per chi rivolge insulti razzisti, controlli fatti su campioni di sangue per combattere il doping e l'annullamento della prescrizione per i reati legati alle combine.

Il comitato esecutivo della UEFA che si è riunito nei giorni scorsi a Londra ha approvato alcune nuove norme per combattere alcuni fenomeni che stanno minando il mondo del calcio: il razzismo, il doping e le partite combinate. Queste misure entreranno in vigore dal prossimo 1 Giugno e verranno assimilate da tutte le Federazioni europee.

Per quanto riguarda il razzismo, la UEFA ha deciso che i calciatori ritenuti responsabili di comportamenti e atti discriminatori verranno puniti con un minimo di 10 giornate di squalifica. Tolleranza zero anche per le intemperanze del pubblico: al primo episodio di razzismo si procederà con la chiusura del settore dello stadio ritenuto responsabile e al secondo episodio simile l'intero stadio verrà chiuso oltre ad una multa di 50mila euro.

È stato confermato invece che dalla stagione 2013/2014 i controlli antidoping verranno eseguiti su campioni di sangue e non più sulle urine così come avviene già da tempo in altri sport. Infatti su quest'ultime è possibile nascondere alcuni tipi di sostanze dopanti come l'Epo. I campioni raccolti verranno poi conservati per essere riesaminati ogni qualvolta venga scoperto un nuovo agente dopante.

Il comitato esecutivo della UEFA ha infine annullato la prescrizione per i reati legati a corruzioni e partite combinate per poter punire anche a distanza di anni dirigenti, società e giocatori che truccheranno una partita o un’intera competizione. La UEFA dal prossimo anno potrà inoltre sostituirsi alle federazioni nazionali che non puniranno in maniere adeguata i responsabili che hanno tradito il calcio.

Commenti su "LA UEFA CONTRO RAZZISMO, DOPING E COMBINE: LE NUOVE NORME"