LA MALEDIZIONE DI BELA GUTTMAN AL BENFICA


Pubblicato da il 17.5.13

maledizione bela guttman benfica
La storia della maledizione lanciata al Benfica dall'allenatore ungherese che venne cacciato in malo modo dal club lusitano dopo aver vinto due Coppe dei Campioni consecutive.

Quando Bela Guttmann nel 1962 venne costretto ad abbandonare la panchina del Benfica dopo aver conquistato due Coppe dei Campioni consecutive (1960-61, 1961-62), lanciò una maledizione sul club lusitano reo di non avergli concesso nè un premio per la vittoria della coppa e nè un aumento di stipendio:

"Nessuna squadra portoghese vincerà più una Coppa dei Campioni per due anni consecutivi. E il Benfica per cento anni non vincerà una coppa europea".

Da quel 2 Maggio del 1962 la maledizione ha funzionato soprattutto per il suo Benfica che da allora ha perso la bellezza di 7 finali consecutive (5 di Coppa Campioni e 2 di Coppa Uefa/Europa League).
L’ennesima sconfitta è arrivata il 15 Maggio 2013 contro il Chelsea nella finale di Europa League che si somma alle 5 finali di Coppa dei Campioni (1962-63, 1964-65, 1967-68, 1987-88, 1989-90) e alla finale di Coppa Uefa del 1982/83.

Si racconta che prima della finale di Coppa dei Campioni del 1990, Milan-Benfica, il grande Eusebio, stella del passato del club nonchè uno dei miti del calcio, andò a pregare sulla tomba di Bela Guttmann per far togliere la maledizione. Niente da fare, quella sera vinse il Milan 1-0 e per il Benfica fu la sesta finale persa. Caro vecchio Guttman sarai clemente da lassù o i tifosi delle Aquile dovranno aspettare il 2062 per veder terminare la maledizione e rivedere alzare una coppa europea?

Commenti su "LA MALEDIZIONE DI BELA GUTTMAN AL BENFICA"