RADAMEL FALCAO VOLEVA ESSERE COME MARADONA


Pubblicato da il 17.10.12

radamel falcao colombia
L'attaccante dell'Atletico Madrid, Radamel Falcao, da molti considerato il centravanti più forte del mondo, in una bella intervista parla della sua infanzia e ammette: "Volevo essere Maradona".

Radamel Falcao è considerato da tutti il centravanti più forte del mondo del momento tanto da attirare su di se le attenzioni di tutte le più grandi squadre d'Europa. Tra questi il club più interessato ad averlo in squadra è quel Chelsea a cui Falcao ha segnato una tripletta nell'ultima Supercoppa Europea che è disposto a pagare la sua clausola rescissoria di 55 milioni di euro. El Tigre, che ha già segnato 15 gol in 9 partite tra campionato, coppe e nazionale in questa stagione ha rilasciato una bella intervista al quotidiano argentino "Clarin" in cui parla di Messi, Cristiano Ronaldo e Guardiola:

"Messi e Cristiano Ronaldo sono di un’altra galassia. Apprezzo gli elogi, soprattutto quelli che vengono da persone come Guardiola. Mi sono emozionato quando nello scorso febbraio disse che ero il migliore attaccante d’area. Fu una emozione forte perché l’apprezzamento veniva da una persona che per il calcio significa tanto, uno dei migliori tecnici del mondo”.

Poi Radamel Falcao parla dei suoi miti calcistici di quando era solo un bambino e degli attaccanti a cui si ispirava:

"Da bambino volevo essere Maradona. Non ho potuto vederlo dal vivo, ma l’ho studiato attraverso i video: è stato veramente il più grande di tutti. Ma mi piaceva anche Ronaldo, il brasiliano e come finalizzatori Batistuta, Crespo e pure Van Basten.

Commenti su "RADAMEL FALCAO VOLEVA ESSERE COME MARADONA"