CESARE PRANDELLI E LE COSE CHE ODIA DEL CALCIO


Pubblicato da il 3.7.12

cesare-prandelli-nazionale
“Del mondo del calcio non mi piacciono l'esasperazione, le polemiche, i processi, l'arroganza, la stupidità, l'oblio. Quando giocavo io ci divertivamo di più, tra compagni di squadra ci si frequentava dopo le partite, gli allenamenti. Mischiavamo le nostre solitudini. Oggi i calciatori lo fanno molto di meno. Questo mondo ha dato lavoro a tanti, ma tanti si prendono troppo sul serio. Eppure fai un mestiere che ti piace, ti danno un sacco di soldi, sei un privilegiato. Vivi una vita che non è normale"

Commenti su "CESARE PRANDELLI E LE COSE CHE ODIA DEL CALCIO"