LA RIVOLUZIONE DELL'INTER RIPARTE DA STRAMACCIONI


Pubblicato da il 8.5.12

andrea stramaccioni inter
Massimo Moratti conferma l'ex allenatore della Primavera per guidare una squadra che sarà a dir poco rivoluzionata: via Pazzini per arrivare al "Pocho" Lavezzi. Dubbi sul riscatto di Guarin e di Zarate. Per rinforzare la rosa si pensa a Mudingayi e Ben Arfa.

Andrea Stramaccioni sarà il tecnico dell'Inter della prossima stagione. A confermarlo è stato il presidente Massimo Moratti entusiasta del lavoro svolto dall'ex allenatore della sua Primavera e a cui ha proposto un contratto biennale con opzione per il terzo anno. Stramaccioni sarà messo alla guida di una squadra che sarà decisamente rinnovata a partire dal reparto offensivo.

Sembrerebbe infatti data per certa la partenza di Giampaolo Pazzini che l'Inter vorrebbe far rientrare nella trattativa con il Napoli per il "Pocho" Ezequiel Lavezzi.
Per quanto riguarda la questione dei giocatori che il club nerazzurro ha in prestito e può riscattare, è in dubbio quello di Freddy Guarin (10 milioni al Porto), mentre non verrà sicuramente esercitato quello di Mauro Zarate (15 milioni alla Lazio).

Gli obiettivi di mercato invece sono Gaby Mudingayi, per il quale bisogna battere la forte concorrenza del Milan, e il talento francese 25enne Ben Arfa del Newcastle, osservato più volte in stagione dagli uomini mercato dell'Inter insieme al suo compagno di squadra, il centrocampista ivoriano Tioté.

Commenti su "LA RIVOLUZIONE DELL'INTER RIPARTE DA STRAMACCIONI"