LA JUVENTUS È CAMPIONE D'ITALIA 2011/12


Pubblicato da il 7.5.12

juventus campione italia
I bianconeri vincono lo scudetto con una giornata di anticipo e da imbattuti, dopo aver vinto 2-0 contro il Cagliari a Trieste e con la contemporanea sconfitta del Milan per 2-4 nel derby contro l'Inter. Gioia e felicità nelle dichiarazioni dei protagonisti della volata tricolore.

La Juventus è campione d'Italia. Gli uomini di Antonio Conte conquistano il 28°scudetto grazie alla vittoria per 2-0 contro il Cagliari e alla contemporanea sconfitta per 4-2 del Milan nel derby contro l'Inter. Un titolo che manca nella bacheca bianconera da nove anni e da sei anni per i tifosi juventini. Uno scudetto arrivato con una giornata di anticipo e da imbattuta per una Juventus che vince con 81 punti frutto di 22 vittorie, 15 pareggi e ben 0 sconfitte stagionali. Nulla da fare per il Milan, che ha provato a riprendere gli odiati rivali fino all'ultimo, ma che ha smesso di sognare la rimonta proprio nella partita più sentita dai tifosi contro un'Inter che ora può provare a giocarsi il terzo posto e la qualificazione alla Champions League.

Ora che lo scudetto è andato alla Juventus, finalmente non ci sono più tatticismi verbali, dichiarazioni di rito e scaramanzie di sorta che hanno caratterizzato l'annata della "Vecchia Signora": i protagonisti dell’esaltante cavalcata possono danno libero sfogo a parole e pensieri. Ecco le loro dichiarazioni:

Antonio Conte: “Che scudetto è? Per me il numero uno, il primo che vinco da allenatore. Sono sensazioni fantastiche siamo veramente contenti, merito dei ragazzi ma onore anche ai vinti: il Milan e’ stato un avversario fortissimo. A -1 ho capito che la mia squadra aveva ancora birra, mentre loro erano un po’ stanchi. Finire il campionato imbattuti sarebbe qualcosa di storico“.

Alessandro Del Piero: “Oggi festeggiamo uno scudetto che tutti abbiamo meritato e io sono felice di aver dato il mio contributo. Io comincio ogni anno per vincere, a volte non capita, ma quello che è successo oggi mi ripaga di tanti anni, a cominciare dal 2006. Fra 15 giorni abbiamo un’altra partita che vogliamo vincere. La mia storia l’ho vissuta benissimo con grande entusiasmo e felicità ed e’ un epilogo strano. Da parte mia c’è la volontà di sorridere e basta. Per il resto ci sarà modo e tempo di parlarne. E’ anche per l’anno vissuto in B che questo scudetto ha ancora più valore. Esulterò in maniera totale perché ogni vittoria ha un sapore speciale“.

Gianluigi Buffon: “Dopo il Mondiale vinto nel 2006, questa è la gioia più bella. Per tre giorni ho convissuto con il senso di colpa per l’errore col Lecce. Non posso nascondere che mi ha pesato, ho temuto che qualcuno nella squadra si lasciasse intimidire. Dediche? Alla mia famiglia, ma anche a Del Piero, a Camoranesi, a Trezeguet, a Nedved. E un grazie ai ragazzi dell’Inter. Conosco Javier Zanetti, ogni tanto gli mando dei messaggi e stavolta gli avevo chiesto aiuto dicendogli di non fare scherzi“.

Andrea Pirlo: “È uno scudetto meritato e voluto fin dall’inizio. Nessuna rivincita. Credo che sia un risultato che tutto il gruppo ha guadagnato sul campo. Ho sempre fatto il mio, sono sempre stato bene e avevo voglia di vincere e ci sono riuscito. Io sono andato via dal Milan perché avevo bisogno di altre motivazioni e ho scelto la Juve e il suo progetto per poter vincere e ci sono riuscito subito. Ero convinto di essere il numero uno e credo di averlo dimostrato. Eredi? Spero di poter giocare ancora tanti anni, perché mi diverto e ho ancora tanta voglia“.

Giorgio Chiellini: “Tutta la squadra ha fatto bene. Se la difesa prende pochi gol è merito di tutti. Dopo tanti anni di sacrifici questa vittoria ci ripaga di tutti gli sforzi. Festeggeremo stasera, poi un paio di giorni liberi. Vogliamo finire imbattuti, poi vincere la Coppa Italia e gli Europei“.

Commenti su "LA JUVENTUS È CAMPIONE D'ITALIA 2011/12"