LA SERIE A È IN PROFONDO ROSSO


Pubblicato da il 9.3.12

La Gazzetta dello Sport ha svolto la sua annuale inchiesta sui bilanci delle società di Serie A. I dati restano preoccupanti con Juventus, Milan e Inter che guidano la poco onorevole classifica con quasi 250 milioni di debiti complessivi. Unica nota positiva sono i sei club in attivo, due in più rispetto lo scorso anno.

Nei bilanci delle società di Serie A continuano a farla da padrone i segni meno. Dati negativi che, nonostante l'aumento dei ricavi del 2,7% rispetto allo scorso anno e del 59% negli ultimi dieci anni, portano il deficit complessivo dei venti club di Serie A a 285 milioni di euro. Conti in profondo rosso per tutte le big, sulle quali incidono notevolmente gli stipendi, il cui peso è superiore all’80% delle entrate per le due milanesi e per la Juventus. Gli stessi bianconeri, a causa dell’investimento dello Juventus Stadium e delle esose campagne acquisti degli ultimi anni oltre al crollo dei ricavi dovuto alla mancata qualificazione in Champions League delle ultime due stagioni, sono in cima a questa poco edificante classifica con 95,4 milioni di debiti, seguiti dall’Inter con 86,8 e dal Milan con 69,8.

Unica nota positiva è l’aumento da quattro a sei il numero dei club con un bilancio in attivo. Si trattano di Lazio, Palermo, Catania, Parma, Udinese e del Napoli, la squadra che ha aumentato maggiormente le entrate, vista la partecipazione alla Champions League ottenuta grazie alla straordinaria stagione dell'anno scorso. Nel complesso incidono ancora troppo i diritti televisivi che rappresentano il 58% del fatturato complessivo, mentre restano fermi rispettivamente al 19% e al 13% i proventi commerciali e quelli derivati dalla vendita dei biglietti, spesso inoltre i conti risultato “aggiustati” da alcune plusvalenze fittizie.

Commenti su "LA SERIE A È IN PROFONDO ROSSO"