SCONTRI ALLO STADIO IN EGITTO: 75 MORTI


Pubblicato da il 2.2.12

Alla fine della partita tra l'Al-Masri e l'Al-Alhy, i tifosi di casa invadono il campo inseguendo prima i calciatori avversari e poi entrando in contatto con i tifosi ospiti. Una tragedia immane che conta al momento 75 morti e più di 1000 feriti.

Grave tragedia in Egitto dove 75 persone hanno perso la vita durante gli scontri scoppiati all'interno dello stadio di Porto Said. Gli incidenti sono cominciati quando i tifosi dell’Al-Masri hanno inseguito i calciatori dell’Al-Alhy per linciarli e poi sono entrati in contatto con i tifosi ospiti.

Le due tifoserie hanno una "lunga storia di ostilità alle spalle, sfociata spesso in scontri violenti fra opposte tifoserie" scrive l'Egypt indipendent, un giornale online egiziano, secondo il quale anche "recentemente i supporter dei due club si sono affrontati violentemente".
I decessi sono stati principalmente causati da traumi alla testa, soffocamento e accoltellamento.

I giocatori inseguiti sono riusciti a barricarsi negli spogliatoi, ma anche lì la situazione non era tranquilla. The Egyptian Gazette online ha inoltre aggiunto, citando fonti di polizia anonime nell’obitorio dell’ospedale di Port Said, che “molte delle vittime sono uomini delle forze dell’ordine“. La federazione calcistica egiziana ha sospeso a tempo indeterminato tutte le partite della Serie A egiziana.

Commenti su "SCONTRI ALLO STADIO IN EGITTO: 75 MORTI"