LA SENTENZA DI CALCIOPOLI: TUTTI CONDANNATI


Pubblicato da il 9.11.11

Nel processo di primo grado svoltosi a Napoli che vedeva imputata la "cupola" che negli ultimi anni manipolava il calcio italiano passa la tolleranza zero. Tutti condannati: da Luciano Moggi ai presidenti di Lazio e Fiorentina. 

Si è chiuso il primo atto del processo penale di Calciopoli, lo scandalo che nel 2006 ha travolto il calcio italiano. Ieri, a Napoli si è tenuta l’ultima udienza nella quale erano presenti tutti i principali imputati tranne l’ex designatore arbitrale Pierluigi Pairetto. Come previsto, alle ore 20 la giudice Teresa Casoria ha letto la lunghissima sentenza di primo grado che ha visto ben 16 condanne e 8 assoluzioni confermando dunque l’impianto accusatorio.

L’accusato più ‘atteso’ era sicuramente l’ex dg della Juventus Luciano Moggi, condannato a 5 anni e 4 mesi per associazione a delinquere oltre ad un Daspo di 5 anni e l’interdizione dai pubblici uffici. Tra i condannati ci sono anche l’ex designatore Paolo Bergamo, condannato a 3 anni e 8 mesi, mentre Pairetto è stato punito con 1 anno e 8 mesi. Nella sentenza della giudice Casoria figurano anche i fratelli Della Valle e Claudio Lotito, entrambi condannati a 1 anno e tre mesi, 1 anno di reclusione per l’ex dirigente del Milan Leonardo Meani mentre l’ex vicepresidente della Figc Innocenzo Mazzini è stato punito per 2 anni e 2 mesi. Assolti invece i vari Marcello Ambrosino, Enrico Ceniccola, Mariano Fabiani, Maria Grazia Fazi, Silvio Gemignani, Gennaro Mazzei, Pasquale Rodomonti e Ignazio Scardina.

Al termine della sentenza, Luciano Moggi ha lasciato scuro in volto l’aula del Tribunale affermando:
“Non me l’aspettavo, non ho voglia di fare battute”. Per l’ex dg bianconero ha parlato uno dei suoi legali, Maurilio Prioreschi: “Non ci aspettavamo una sentenza così, ora aspettiamo le motivazioni tra 90 giorni, sicuramente faremo ricorso puntando alla piena assoluzione”.

Ecco tutte le condanne della sentenza:
Luciano Moggi (ex dg Juve) – 5 anni e 4 mesi, interdizione in perpetuo dai pubblici uffici. Daspo di 5 anni.
Paolo Bergamo (ex designatore arbitri) – 3 anni e 8 mesi.
Innocenzo Mazzini (ex vice presidente Figc) – 2 anni e 2 mesi.
Pierluigi Pairetto (ex designatore arbitri) – 1 anno e 11 mesi.
Massimo De Santis (ex arbitro) – 1 anno e 11 mesi.
Salvatore Racalbuto (ex arbitro) – 1 anno e 8 mesi.
Lillo Foti (presidente Reggina) – 1 anno e 6 mesi e 20 mila euro.
Paolo Bertini (ex arbitro) – 1 anno e 5 mesi.
Antonio Dattilo (ex arbitro) – 1 anno e 5 mesi.
Claudio Lotito (presidente Lazio) – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Sandro Mencucci (a.d. Fiorentina) –1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Diego Della Valle (proprietario Fiorentina) – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Andrea Della Valle (ex presidente Fiorentina) – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Claudio Puglisi (ex assistente) – 1 anno e 20mila euro.
Stefano Titomanlio (ex assistente) – 1 anno e 20mila euro.
Leonardo Meani (ex addetto agli arbitri Milan) – 1 anno e 20mila euro di multa.
Gennaro Mazzei (collaboratore designatori) – Assolto.
Mariano Fabiani (ex d.s. Messina) – Assolto.
Maria Grazia Fazi (segretaria Figc) – Assolta.
Ignazio Scardina (giornalista) – Assolto.
Pasquale Rodomonti (ex arbitro) – Assolto.
Ambrosino, Ceniccola, Gemignani (assistenti) – Assolti.

Commenti su "LA SENTENZA DI CALCIOPOLI: TUTTI CONDANNATI"