IL DOPO DERBY CON REJA E LUIS ENRIQUE


Pubblicato da il 17.10.11

Le dichiarazioni degli allenatori di Lazio e Roma al termine del derby vinto dai biancocelesti per 2-1.

Edy Reja, il tecnico friulano durante il tiratissimo derby vinto dalla sua Lazio per 2-1 sui cugini della Roma non sta nella pelle: lui che veniva contestato dai tifosi biancocelesti per aver sempre perso la stracittadina e che fino al 93° non riusciva ad esultare nonostante il buon forcing laziale e l’uomo in più. Alla fine il gol di Klose, la corsa liberatoria verso il tedesco per abbracciarlo insieme a tutti quanti vicino alla bandierina con annessa espulsione di Tagliavento per la veemenza dell’esultanza. Ma era un Reja che voleva fortemente questi tre punti e ora se li gode:

“Ci voleva. Pensavo che non si riuscisse a vincere, abbiamo preso due legni e sembrava che sta palla non volesse entrare. Poi a pochi secondi dalla fine è entrata, è una vittoria importante anche per i tifosi che ci hanno seguito e aiutato. Il pubblico laziale è stato vicino alla squadra, mi auguro che ci si possa un pò riappacificare. Siamo secondi, abbiamo vinto il derby, andiamo avanti con convinzione nei nostri mezzi. Siamo partiti male, abbiamo subito il gol di Osvaldo ed è strano, perchè queste situazioni qua le abbiamo preparate tutta la settimana. Siamo poi riusciti a fare buone cose, buone trame di gioco. Abbiamo dimostrato carattere, per fortuna Brocchi ha fatto penetrazione centrale, è uscito il rigore ed è stato più facile. Comunque è stata una grande Roma”.

Di contro un Luis Enrique amareggiato: ottimi i giallorossi nella prima parte di tempo, in vantaggio con Osvaldo e bravi a mostrare trame eleganti ed efficaci. Poi il rigore concesso con l'espulsione di Kjaer per una trattenuta su Brocchi lanciato a rete, il pari laziale con conseguente ritorno dei biancocelesti. E dopo i pali di Klose e Cissé proprio il tedesco ha gelato lo spagnolo a cui il pareggio poteva in fin dei conti andare bene:

“Mamma mia che finale. Peccato per noi: tutta la partita comunque è stata sfortunata. Complimenti alla Lazio: dispiace aver preso il gol decisivo negli ultimi secondi di gioco. All’inizio abbiamo giocato bene e dovevamo essere più bravi ad approfittare, nel primo tempo, degli spazi concessi dalla Lazio. Dobbiamo lavorare molto su questo aspetto tattico; noi dobbiamo giocare per tutta la partita con la stessa intensità, la stessa mentalità e gli stessi ritmi dei primi 15 minuti. Non è semplice; certo, ma dobbiamo migliorare anche sul piano fisico e su quello psicologico. Kjaer titolare? Burdisso veniva da un viaggio intercontinentale molto lungo. Era stanco e ho preferito schierare Simon”.

Commenti su "IL DOPO DERBY CON REJA E LUIS ENRIQUE"