ERIK LAMELA SI PRESENTA ALLA ROMA


Pubblicato da il 20.8.11

E' il Lamela-Day. Il fantasista argentino della Roma dopo aver svolto le visite mediche al Gemelli per verificare l'entità dell'infortunio alla caviglia rimediato nel Mondiale U20, oggi è stato presentato ufficialmente dai giallorossi.
 
Ecco uno stralcio della conferenza stampa:

Benvenunto Erik. Ti hanno cercato squadre come Inter e Napoli. Cosa ti ha spinto a scegliere la Roma? Cosa conosci della Roma?
"Ho scelto la Roma è una grande squadra, è un orgoglio per me essere qui. Ci sono grandi giocatori, è uno dei club più importanti in Italia e nel mondo".

Hai parlato con Luis Enrique? Hai conosciuto Totti?

"Si, ho avuto l'opportunità di parlare un po' con i miei compagni sia ieri che oggi, nei limiti del possibile. Sto imparando la lingua proprio per relazionarmi con loro".
Hai visto la partita di Bratislava, stupito dell'esclusione di Totti e Borriello?
"Si, l'ho vista, mi è piaciuto come ha giocato la Roma, un risultato che reputo ingiusto. Le esclusioni di Totti e Borriello sono decisioni dell'allenatore".

Sei pronto per la prima di campionato? La tua posizione preferita in campo?

"L'importante adesso per me è recuperare dall'infortunio ed essere al 100%, al massimo della condizione. Per quanto riguarda la posizione gioco come punta esterna, sia a destra che a sinistra".

Pensi di avere le caratteristiche per essere uno degli intermedi nel centrocampo a tre?

"Si, ovviamente spetterà al mister scegliere in quale posizione posso giocare. Una volta che potrò integrarmi negli allenamenti vedremo quale sarà la posizione più adatta".

Il ds Sabatini ti ha definito uno 'scoop di mercato'. Pensi di essere all'altezza delle aspettative e magari calcare le orme di Pastore?

"Mi fa piacere la definizione che ha dato Sabatini del mio acquisto, ma in questo momento per me è importante recuperare bene dall'infortunio, poi sarà il tempo e il campo a dire se manterrò le promesse".

Di te si parla anche della tua personalità. Sei consapevole per essere arrivato in uno spogliatoio in cui conta la personalità?

"So che in passato hanno giocato e continuano a giocare grandi giocatori, sono contento e orgoglioso di condividere lo spogliatoio con giocatori di questo calibro".

Hai già immaginato il tuo debutto all'Olimpico?

"Spero di esordire nel migliore dei modi, con una vittoria".
Ce la farai a giocare in Europa League la prossima settimana?
"Grazie per il benventuo, la caviglia sta migliorando, vedremo come evolverà la sitauzione la prossima settimana".

Puoi parlarci del tuo carattere?

"Non saprei come definirmi. A fine mese arriverà anche la mia famiglia, un fatto che mi da tranquillità e può facilitarmi le cose".

A quale campione del passato o attuale ti inspiri?
"Ovviamente mi posso ispirare a molti giocatori, come Messi, ma ognuno deve essere se stesso e fare il massimo".

Burdisso ti ha parlato. La sua esperienza e quella di Heinze può aiutarti a inserirti?
"E' importante per me avere compagni di squadra argentini, che parlano la mia lingua e possono aituarmi ad integrarmi".

Conosci Zarate?

"Ovviamente consoco la Lazio e la rivalità con la Roma. Non mi piace dare giudizi su altre situazioni".

Le difficoltà di realizzazione della Roma, puoi dare un contributo?
"Spero di si, mi piacerebbe. Voglio dare il mio contributo, darò il massimo quando sarò pronto".
Vieni dal River, una squadra con un tifo molto caloroso. Vuoi dire qualcosa ai sostenitori della Roma?

"E' vero, sono tifoserie molto calde, ai tifosi prometto il mio massimo impegno" .

Commenti su "ERIK LAMELA SI PRESENTA ALLA ROMA"