PIRLO VA, NESTA E INZAGHI RESTANO


Pubblicato da il 19.5.11

Il Milan non ammaina le bandiere, o almeno non tutte. Infatti è stato prolungato il contratto ad Alessandro Nesta e a Pippo Inzaghi di un anno mentre Pirlo dice addio: per lui pronto il passaggio alla Juve.


Andrea Pirlo non vestirà la maglia del Milan la prossima stagione. Intervistato da Sky all’ingresso della sede rossonera in via Turati ha dichiarato: “Sono qui per i saluti. Sono stati 10 anni indimenticabili quelli vissuti al Milan. E’ stata una decisione consensuale. Non ho parlato con la Juve“. Arriva, un po’ a sorpresa, invece, il rinnovo per Alessandro Nesta, dopo le incomprensioni degli ultimi mesi tra il difensore e la società milanese. Nesta ha prolungato fino al 30 Giugno 2012 il suo rapporto con i rossoneri.

La giornata di rinnovi e addii non termina qui. Filippo Inzaghi resterà per un’altra stagione al Milan, fino al compimento del 39esimo anno di età. Le parole dell’attaccante subito dopo la firma del contratto: “La mia carriera finirà per fortuna al Milan. È la cosa migliore per tutti dopo quello che c’è stato in questi anni. La serata della partita contro il Cagliari è stata meravigliosa, mai avrei pensato di andare via da questa squadra. Io non ho mai avuto dubbi e la società si è comportata in maniera esemplare”.

Pippo Inzaghi parla anche dell’addio di Pirlo:

“Alla mia età contano di più l’affetto e la stima dei dirigenti e dello stadio, qualcosa che mi ripaga dei sacrifici fatti. Non è stato mai un problema economico, con Galliani sapevo che avremmo ottenuto un’intesa. Sono molto felice, la mia carriera si chiuderà qui e penso che sia giusto così. Pirlo? Ho dato la precedenza a lui non avevo grosse pretese. Mi spiace che se ne vada, lui era arrivato con me nel 2001, è un grande giocatore e un grande uomo, però la vita va avanti anche se ci mancherà molto. Ognuno fa le sue scelte. Pirlo non ha bisogno di consigli perché farà bene, speriamo che arrivi secondo. Ultimo anni da giocatore? Devo prima guarire dall’infortunio se starò bene non mi porrò limiti, perché gli unici limiti che mi pongo sono di stare bene ed essere importante per la squadra”.

Commenti su "PIRLO VA, NESTA E INZAGHI RESTANO"