ZEMAN TORNA A PARLARE


Pubblicato da il 30.3.11

Il tecnico boemo del Foggia torna a parlare elogiando il Napoli e l'Udinese ma anche attaccando nuovamente "il palazzo".


Anche l’attuale allenatore del Foggia, Zdenek Zeman, dice la sua sulla lotta scudetto, che oltre a Milan e Inter coinvolge a suo parere anche le due grandi sorprese di questo campionato: Napoli e Udinese. Sono proprio queste ultime due squadre quelle che il tecnico boemo considera maggiormente spettacolari dal punto di vista del gioco:

“Il Napoli? Con il suo entusiasmo potrebbe inserirsi. Come gioco preferisco l’Udinese, la squadra di Guidolin esprime il miglior calcio in Italia. Purtroppo i friulani pagano un inizio di campionato deludente. Mazzarri sta facendo molto bene e i risultati gli danno ampiamente ragione. I tre attaccanti del Napoli sono più liberi, scambiano molto le loro posizioni, aggrediscono gli spazi in modo organizzato e ordinato nelle zone di competenza, dando così modo agli altri di inserirsi. Inoltre, i due esterni, Maggio e Dossena, danno un supporto consistente.”

L’ex allenatore di Lazio e Roma torna anche a parlare di Calciopoli e dell’attuale situazione del calcio italiano, nella quale vede ancora una forte influenza da parte dei presunti sistemi di potere da lui denunciati nel corso della sua carriera:

“Calciopoli? Oggi non ci sono quelle situazioni che si vivevano qualche anno fa ma è evidente che c’è ancora tanto da migliorare. Il calcio per me resta un gioco che dovrebbe divertire e avvicinare la gente alla pratica sportiva. Purtroppo ci sono troppe cose che causano l’effetto contrario, cioè allontanare. Perchè sono estraneo al sistema. La mia esperienza da tecnico è iniziata con i ragazzi. Grazie alla gavetta ho sempre chiaro il motivo che mi porta a fare determinate scelte. Non credo si possa dire lo stesso per tecnici come Leonardo, Mancini, Montella e lo stesso Ciro Ferrara.”

Commenti su "ZEMAN TORNA A PARLARE"