MAZZONE CORRE SOTTO LA CURVA DELL'ATALANTA


Pubblicato da il 22.12.10

mazzone atalanta brescia corre sotto curva baggio gol
È il 30 Settembre del 2001. La partita è Brescia - Atalanta, un derby sentito, e tanto. Roberto Baggio porta in vantaggio i padroni di casa che però si fanno ribaltare il risultato dagli ospiti già nel primo tempo: 1-3 al parziale. E allora gli ultras atalantini, forse sicuri del risultato, intonano cori contro Carlo Mazzone, colpito nell'orgoglio romano e negli affetti familiari. Lui sta lì, fermo, una statua. Ma non se lo scorda. Nel secondo tempo Baggio segna la rete della speranza. Mazzone si rianima, guarda verso la curva dove siedono gli ospiti e promette: "Se famo er terzo vengo la sotto". Il tempo passa, il risultato è sempre 2-3, i tifosi dell'Atalanta continuano ad insultarlo. Poi, quando i minuti di recupero sono già cominciati, Baggio s'inventa una punizione a giro che batte Massimo Taibi. È il segnale: Mazzone fa uno scatto che i suoi 64 anni e il suo fisico non sembrerebbero sopportare. Invano cercano di trattenerlo ma è impossibile, e lui, rosso in viso, urla “Mortacci vostri, Mortacci vostri”, arriva sotto alla curva dei tifosi ospiti, fa festa, viene espulso e squalificato, consegnandosi così alla leggenda.

Commenti su "MAZZONE CORRE SOTTO LA CURVA DELL'ATALANTA"